Italiano

disarmare rheinmetall italian
Contro l’export di armi

Disarmare Rheinmetall
La guerra inizia qui, anche la nostra resistenza

Rheinmetall, come principale produttore di armi, è un motore attivo di una macchina distruttiva di sfruttamento, guerra e isolazionismo. Vogliamo far conoscere e mettere fine a questo business di morte.

Unterluess è un sito di produzione e sperimentazione per carri armati, armi e munizioni della Rheinmetall Corporation e pertanto un importante punto focale della mobilitazione antimilitarista. È parte di un agglomerato di strutture adibite a uso militare. Lueneburg Heath veniva usata per preparare e rifornire le due guerre mondiali, e questa tradizione continua oggi.

Le imprese di armi tedesche sono state messe sotto pressione recentemente perché una chiara maggioranza di tedeschi è contraria all’esportazione di armi in zone di crisi. Rheinmetall aggira le regole tedesche dell’export producendo munizioni in Italia e Sud Africa.

Esempio 1. Sotto gli occhi di tutto il mondo la Turchia a Febbraio 2018 ha violato il diritto internazionale umanitario con un assalto contro la regione di Afrin nel nord della Siria. Il carro armato tedesco Leopard usato dalla Turchia ha munizioni e un cannone prodotti da Rheinmetall. Ma Rheinmetall non produce solo materiale per fare guerre…

Esempio 2. Rheinmetall usa il regime di gestione del confine europeo per un nuovo modello di business. L’isolazionismo europeo arriva lontano in Africa. Per questo obiettivo Rheinmetall invia vettori per personale corazzato a Giordania e Algeria. L’azienda produce anche sistemi di sicurezza e sensori per la sorveglianza come radar di terra e aria.

Per un mondo in cui armi, guerra e isolazionismo non siano necessari!

Insieme possiamo e vogliamo portare un cambiamento!

*No alla spesa di miliardi per armi e guerra!

*Combattere le cause della fuga e non i rifugiati!

*Basta con la produzione e il commercio di armi, munizioni e armamenti


Contro l’esportazione di armi, le politiche di isolazionismo e la militarizzazione

Disarmare Rheinmetall

Giornate di azione a Unterluess ( Lueneburger Heide, Bassa Sassonia)

*Campo con workshop

*Azione di blocco 6 Settembre

*Manifestazione 9 Settembre

Pensi anche tu che sia necessario un cambiamento fondamentale?

Il mondo sta diventando sempre di più un luogo surreale. Le conseguenze distruttive del nostro modo di vivere sono sempre più evidenti. Molte persone sono preoccupate e si chiedono per quanto possa continuare così.

Il sistema economico imperante a livello globale penetra tutti gli aspetti delle nostre vite. La competizione e la massimizzazione del profitto sono il suo elemento centrale perché dipende dalla crescita. La sua logica comprende lo sfruttamento delle persone e delle risorse attraverso i confini. Questo sistema mette in pericolo la natura e l’ambiente e distrugge i mezzi di sussistenza della gente.

La gente può sentirlo in tutto il mondo; la disuguaglianza tra ricchi e poveri è sempre più grande nei paesi industrializzati. I tagli ai servizi sociali e la paura della disoccupazione allarmano le persone e le fanno provare rabbia. In molte parti del mondo milioni di persone hanno dovuto lasciare le loro case per le conseguenze del cambiamento climatico, la povertà, mezzi di sussistenza distrutti e conflitto armato. Sperimentano grande sofferenza e distruzione. Migliaia di persone muoiono nel mar Mediterraneo.

 

Gli sforzi per continuare condizioni distruttive

Crisi e catastrofi sono diventati la nuova norma. Invece di affrontare le cause, gli sforzi si concentrano nel tenere in funzione il sistema presente. L’industria d’armi gioca una parte speciale perché svolgono un ruolo centrale nel sistema capitalistico globale: forniscono il materiale per spingere avanti gli interessi economici e politici con minacce e se necessario attraverso la violenza armata.

In questa situazione, la chiamata per una spesa militare più alta è più forte, sia verso l’esercito tedesco che per la creazione di un esercito europeo. Anche la questione delle armi nucleari per la Germania si è riaccesa. Guardando la storia però vediamo che armamenti e guerra non risolvono i problemi della società. Creano morte, distruzione, nuovi conflitti e nuove guerre.

Che cosa spinge le persone a trovare nuovi capri espiatori e nemici e allo stesso tempo a ignorare le cause principali? Le ragioni sono un sistema di competizione permanente che crea alienazione e il senso di impotenza. La politica e i media usano questa insicurezza percepita e sfruttano le vere paure e scontento delle persone per una propaganda nazionalista e razzista.

Le vere cause della povertà e dell’insoddisfazione nello stato di benessere, per guerra e sofferenza in altre regioni del mondo, sono nascoste; missioni di combattimento sono considerate interventi umanitari. L’isolazionismo e la lotta contro i rifugiati sono spiegati come controllo delle cause della fuga, necessario per la sicurezza del popolo europeo. Le morti nel Mediterraneo diventano una brutale normalità quotidiana.

Ma il tempo e la gente di tutto il mondo si sollevano contro queste pratiche distruttive. Il nostro campo sarà parte di questo movimento. Un altro mondo è necessario, ed è possibile.

 

Rheinmetall in Unterluess

La guerra inizia qui, fermiamola qui

Il business con guerra e isolazionismo

Come sito di produzione e sperimentazione di carri armati, armi e munizioni, Unterluess è il punto focale della nostra mobilitazione anti-militarista: il sito è parte di un immenso agglomerato di strutture adibite a uso militare. Il Lueneburg Heth veniva usato per la preparazione e fornitura di materiale in entrambe le guerre. Questa tradizione continua oggi. Rheinmetall è la più grande azienda tedesca per la produzione di armi. I principali mercati sono gli eserciti dei paesi della NATO e aree di conflitto, zone di tensione e di guerra come in Medio Oriente e Nord Africa. L’industria tedesca di armi è stata messa recentemente sotto pressione dalla maggioranza dei tedeschi contraria all’esportazione di armi in zone di conflitto. Rheinmetalll aggira le regole per l’export della Germania aprendo fabbriche per munizioni in Sud Africa e Italia. Il governo tedesco vuole allentare le restrizioni per l’export, usando come argomento la cooperazione europea per gli armamenti.

Esempio 1. Si è visto come il carro armato tedesco Leopard sia stato usato dalla Turchia nell’attacco ad Afrin a gennaio 2018, un assalto in cui si è violato il diritto internazionale umanitario. Rheinmetall Unterluess produce le armi utilizzate. Dall’invasione, il popolo del Rojava, una regione autonoma della federazione democratica siriana nel nord della Siria, stanno affrontando un successivo possibile assalto da parte della Turchia. Questo mette in pericolo anche la società che si è costruita lì basata su democrazia dal basso, ecologia e femminismo.

Rheinmetall non invia solo materiale da guerra

Esemio 2. Rheinmetall ha aperto un nuovo campo di business dando gli strumenti per il regime de confine europeo. L’Europa ha esternalizzato il suo isolazionismo lontano nei paesi africani. Rheinmetall invia veicoli di combattimento a Giordania e Algeria. L’azienda produce anche sistemi di sicurezza e sistemi sensoriali per la sorveglianza quali radar di terra e aria.

Avanti così, va bene?

Il campo dal 1 al 9 Settembre 2019 avrà luogo in un villaggio circondato da persone le cui famiglie hanno avuto contatti con Rheinmetall per generazioni. Li incontreremo. Ci incontreremo per chiedere: vogliamo veramente andare avanti così?

Il sistema economico imperante promette prosperità, per alcuni molto più che per altri. Questo attrae. Ciò che è nascosto è che questo benessere è basato sullo sfruttamento e l’esproprio in tutto il mondo. “Avanti così” si distrugge il nostro futuro.

Non vale di più una vita senza esclusione e competizione, senza fame, sofferenza e violenza e la paura di perdere il lavoro? Una vita in sicurezza e di solidarietà tra tutte le persone, dappertutto sul pianeta!

Vogliamo e possiamo fare un cambiamento insieme

  • No alla spesa di miliardi per armamenti e guerra!
  • Combattere le cause principali della fuga, non i rifugiati!
  • Basta con la produzione e il commercio di armi, munizioni e armamenti
  • Disarmare Rheinmetall!

Campo insieme

Per un mondo diverso in cui armi, guerra e isolazionismo non sono necessari

“Sii scomodo: sii la sabbia e non l’olio nella macchina del mondo”, ha detto il poeta Guenter Eich. Speriamo che molte persone vengano a discutere, manifestare e fare un blocco con noi. Le opinioni sulla guerra e l’esercito sono varie quanto le diverse correnti dei movimenti di emancipazione. Pertanto vogliamo mettere l’accento sugli aspetti comuni della nostra resistenza, rispetto e discussione sulle differenze. Con dispiacere per le circostanze distruttive in tutto il mondo: vogliamo parlare con tutti coloro che condividono questa spinta come uguali.

Alliance Disarm Rheinmetall

Sito web: rheinmetallentwaffnen.noblogs.org

Altre informazioni: war-starts-here.camp

Disarmo Rheinmetall

Come principale produttore di armi della Germania Rheinmetall agisce come motore attivo nel macchinario distruttivo di sfruttamento, guerra e isolazionismo. Vogliamo rendere questo business mortale visibile e fermarlo.

Simbolo X: La guerra inizia qui